Live dalla Parrocchia

Apostolato della Preghiera


L'Apostolato della preghiera è un movimento che conta 150 anni di vita, sgorgato da un'intuizione di studenti gesuiti francesi, stavano completando la loro formazione religiosa e desideravano ardentemente di partire per le missioni. L'Apostolato della Preghiera nacque, come intuizione e come proposta, a Vals presso Le Puy, in Francia, il 3 dicembre 1844, ad opera del P. Francesco Saverio Gautrelet S.I per degli studenti gesuiti; si diffuse subito al di fuori dello scolasticato di Vals; il P. Gautrelet avviò una piccola organizzazione denominata Apostolato della Preghiera, che fu approvata dal vescovo di Le Puy e successivamente dai Papi, a cominciare da Pio IX; ma la divulgazione dell'Apostolato della Preghiera nel mondo si deve al P. Enrico Ramière S.I., il quale ne sviluppò la dottrina e la diffusione.Nel 1861 nacque, in Francia, il primo "Messaggio del Cuore di Gesù", imitato ben presto da pubblicazioni simili in molti Paesi; nell'anno della morte del P. Ramière (1883) l'AdP aveva già 35.000 Centri con più di 13 milioni di iscritti; oggi l'Apostolato della Preghiera è presente in tutto il mondo ed ha almeno 45 milioni di iscritti; si calcola che un centinaio di milioni di persone pratichino l'Offerta quotidiana della giornata.Da quel primo nucleo, formatosi all'interno dello studentato gesuitico, il movimento si è andato progressivamente maturando e arricchendo. Alla crescita dell'Apostolato della preghiera ha concorso la vitale esperienza della sua spiritualità vissuta da molti cristiani. Poi, la diffusione dottrinale dei teologi l'ha approfondita. Determinanti anche una serie di documenti pontifici e la vita stessa della Chiesa. Oggi è stato riscoperto il valore della preghiera. Lo dimostrano i nuovi movimenti (carismatici, focolarini, neocatecumenali), che da un lato mostrano sete di spiritualità, dall'altro hanno dato alla Chiesa un aspetto di modernità e di apertura. Li sostiene la convinzione biblica: "Senza di me, non potete far nulla" (Gv 15, 13). I gesuiti impegnati nell'Apostolato della preghiera (sono molti quelli che attendono alla sua valorizzazione e al suo sostegno con le varie riviste nazionali: Il Messaggero del sacro Cuore, O Mensajeiro, Sources de vie Chrétienne, Lampade, ecc.) convergono con i nuovi movimenti nel rispondere alla sete di spiritualità, e collaborano con essi. Vi aderiscono uomini e donne che credono veramente di essere figli amati da Dio Padre e vivono nella persuasione che la preghiera sia una forza potentissima che agisce sul Signore. La spiritualità della preghiera porta verso l'alto, addirittura ad approdi mistici. Karl Rahner, il più grande teologo gesuita tedesco, ha scritto: "Il cristiano di domani o sarà un mistico o non sarà più cristiano".

L’Apostolato della preghiera nella nostra Parrocchia

L'Associazione  femminile del Sacro Cuore di Gesù e dell'Addolorata è presente nella Parrocchia di Santa Barbara da tempo. Un attestato del 1903 con certezza certifica l’iscrizione dell’Associazione all’Apostolato della preghiera nazionale. Oggi le consorelle hanno un ruolo spirituale molto importante ed in particolare hanno il compito di fare celebrare la Santa Messa del primo venerdì del mese in suffragio delle consorelle defunte e, alla morte di ogni sorella, dell'accompagnamento dalla casa della consorella alla chiesa parrocchiale. Consorelle non più giovanissime ricordano, con una certa nostalgia, la divisa del passato, oggi sostituita dallo scapolare rosso con l’immagine del Cuore di Gesù, segno forte di appartenenza. La pia pratica dei 9 primi venerdì del mese é ancora molto seguita. Essa inizia ad ottobre e termina a giugno: a tutti quelli che la seguono il Cuore di Gesù promise di non morire nella Sua disgrazia né senza ricevere i sacramenti.

Per far parte dell'A.D.P. nella nostra Parrocchia di Santa Barbara bisogna:

  1. Recitare giornalmente la formula di offerta della giornata in riparazione dei peccati per la salvezza delle anime;
  2. Realizzare e vivere l'offerta stessa in modo che le sue azioni siano in accordo con la volontà di Dio;
  3. Avere a cuore tutto ciò che alimenta la pratica della preghiera;
  4. Essere presente all' Adorazione Eucaristica (nella nostra parrocchia il primo venerdì un ora prima della S. Messa);
  5. Essere presente alla S. Messa riparatrice e all'incontro formativo ogni primo venerdì del mese;
  6. Avere una speciale devozione alla Madonna Addolorata;
  7. Partecipare alle processioni e a quanto sarà specificamente richiesto.
  8. Contribuire con un euro al mese alle necessità dell’Associazione.

Il  Parroco

Don Francesco

Iscritti

Abitabile Rosa

Bocciero Giovanna

Del Bene Raffaela

Dell'Aquila Antonietta

Dell'Aquila Filomena

Dell'Aquila Giovanna

Dell'Aquila Lucia

Dell'Aquila Rosa

Dell'Aquila Rosa

Dell'Aquila Rosalia

Dello Stritto Teresa

Diana Teresa

Gazzillo Domenica

Gentile Maria Grazia

Gesumaria Maria Angela

Iannucci Antonietta

Iannucci Domenica

Iannucci Maria Luisa

Iannucci Pasqua

Laperuta Anna

Leo Annamaria

Malatesta Anna

Malatesta Filomena

Natale Maria Grazia

Pasquariello Brigida

Pasquariello Concetta

Pontillo Rosa

Porfidia Carolina

Razzano Agnese

Razzano Luisa

Rondinone Concetta

Sacco Immacolata

Sacco Francesca

Santoro Felicia

Tarallo Nicolina

Tarallo Teresa

Valle Preziosa

Venditto Rita

Zamprotta Maria Grazia